Recensioni pericolose: Patti di streghe


Buongiorno a tutti, lettrici e lettori!
Oggi sono qui per parlarvi dell'ultimo romanzo che ho letto; si tratta di "Patti di streghe", dark fantasy di Sara Cabitta, edito da La piccola volante e nato come spin-off del romanzo "La cacciatrice d'Orsi" (La Piccola Volante, 2013).
Ecco la descrizione del libro che si può leggere sul sito della casa editrice:
L’aviatore Lotario ha nascosto il suo aereo cargo e forse mai più si alzerà in volo. La sua mente e il suo cuore tendono a una sola cosa: scoprire che fine ha fatto Nadia e quali segreti abbia portato con sé. Mentre il tempo passa Lotario accumula debiti e nemici e il suo errare tormentato lo porta a incrociare il pericolo più di una volta. Ci sono ombre alle sue spalle e minacce davanti ai suoi passi, ma non può fermarsi. Inoltrarsi in uno dei boschi più antichi e vasti dei Territori lo spingerà al limite e lo costringerà a scoprire che i demoni incontrati in passato sono ben poca cosa rispetto alle misteriose creature che si celano tra le fronde degli alberi. Uomini e streghe si contendono la foresta e lui dovrà riuscire a varcarne i confini se vorrà proseguire il suo viaggio.

"Patti di streghe" è, innanzitutto, una storia di inseguimenti. Si comincia con Lotario, un aviatore che non vola e, ritratto spiegazzato alla mano, dedica ogni istante della propria esistenza alla ricerca di una donna, Nadia. Per trovarla ha intenzione di raggiungere la città, Adriata, anche se per farlo dovrà passare attraverso la foresta e le creature terribili che la abitano. Ma, nel corso della propria queste, suo malgrado diventa la preda della caccia di qualcun altro, che per trovare Lotario si metterà sulle tracce di un altro personaggio ancora...

Non lasciava tracce, non pretendeva legami.
Descriveva colei che cercava, rincorrendo il viso nella propria memoria.
"Cerco mia sorella."
"Cerco la mia donna."
"Cerco…"
Altre storie, altre vite raccontate a chiunque si soffermasse ad ascoltare.

Personalmente amo molto le trame basate sul tema dell'inseguimento: si tratta di uno spunto antico e carico di tensione drammatica e "Patti di streghe" lo sfrutta appieno.
I personaggi sono ambigui e spietati come il mondo in cui vivono, coinvolti più o meno loro malgrado in una guerra di tutti contro tutti in cui chi sembra alleato può rivelarsi un nemico e perfino l'avversario più crudele con la giusta motivazione può trasformarsi in un aiuto indispensabile. Oltre a Lotario, nel corso del romanzo il lettore incontra Ulah il cacciatore, le mutaforma Mjna e Gelsa e, infine, la giovanissima Medara, capace di crescere e trasformare i resti della propria ingenuità in astuzia per cambiare il proprio destino.
Non ci sono buoni e cattivi in questa storia, ma solo cani e corvi, predatori in lotta per la supremazia nella foresta in un momento in cui tutto sta cambiando. I confini sono labili, gli uomini assomigliano (e non solo) alle bestie e seguono le stesse leggi feroci della natura.
Sono state rese molto bene le atmosfere e le ambientazioni di questo universo narrativo, fatte di foreste che l'umanità non può dominare, villaggi miseri, luoghi abbandonati. Insieme a Lotario e agli altri personaggi il lettore visita cave e bordelli, boschi e capanne, all'inseguimento di qualcosa che si trova sempre un po' più in là, dove la mano non arriva.
Questo romanzo tiene alta la bandiera del dark fantasy grazie a sangue q.b., combattimenti e violenze assortite. Le scene forti sono tutte bene inserite e hanno una propria ragion d'essere, ma astenersi lettori impressionabili! ;)
Vorrei spendere due parole anche per la copertina, a mio parere molto bella e capace di trasmettere quel senso di mistero, inquietudine e ferinità che permea il romanzo. Credo che l'artista abbia fatto un ottimo lavoro nel tradurre in immagine lo spirito di "Patti di streghe".

"Patti di streghe" è un romanzo che è stato capace di stupirmi e consiglio a tutti gli appassionati di fantasy a tinte forti in cerca di una storia diversa da quelle (spesso così simili tra loro) che si trovano di solito sugli scaffali delle librerie. Una storia diversa e, forse proprio per questo, appassionante e sorprendente, drammatica come poche.
"Patti di streghe" è disponibile sul sito della casa editrice in brossura a 14,00€ oppure in ebook (PDF) a 4,00€.

Commenti

Post popolari in questo blog

Un volto per la musa

I volti della dea: Persefone

Feste celtiche: Beltane, celebrare la fertilità