Post

Visualizzazione dei post da Giugno, 2017

Recensioni pericolose: Patti di streghe

Immagine
Buongiorno a tutti, lettrici e lettori! Oggi sono qui per parlarvi dell'ultimo romanzo che ho letto; si tratta di "Patti di streghe", dark fantasy di Sara Cabitta, edito da La piccola volante e nato come spin-off del romanzo "La cacciatrice d'Orsi" (La Piccola Volante, 2013). Ecco la descrizione del libro che si può leggere sul sito della casa editrice: L’aviatore Lotario ha nascosto il suo aereo cargo e forse mai più si alzerà in volo. La sua mente e il suo cuore tendono a una sola cosa: scoprire che fine ha fatto Nadia e quali segreti abbia portato con sé. Mentre il tempo passa Lotario accumula debiti e nemici e il suo errare tormentato lo porta a incrociare il pericolo più di una volta. Ci sono ombre alle sue spalle e minacce davanti ai suoi passi, ma non può fermarsi. Inoltrarsi in uno dei boschi più antichi e vasti dei Territori lo spingerà al limite e lo costringerà a scoprire che i demoni incontrati in passato sono ben poca cosa rispetto alle misteri…

Test di Bechdel per valutare il sessismo di una narrazione

Buongiorno, lettrici e lettori! Vi è mai capitato, guardando un film o leggendo un libro, di notare una netta predominanza (non solo numerica) dei personaggi maschili rispetto a quelli femminili? Che l'impronta della nostra società, anche a livello culturale, sia tendenzialmente maschilista credo che sia fuor di dubbio. Negli ultimi tempi qualcosa si sta smuovendo, ma sono ancora tante le narrazioni (cinematografiche, ma non solo; parliamo anche di romanzi e fumetti) che non superano il test di Bechdel. Il test di Bechdel serve a determinare se la forma di racconto presa in considerazione abbia o meno contenuti di tipo sessista. Per superare questo test il racconto deve possedere tre semplici requisiti:
Sono presenti almeno due donne (identificate con un nome proprio).Le due donne parlano almeno una volta tra di loro.Le due donne parlano di qualcosa che non sia un uomo. Questo test prende origine da una striscia del 1985 della fumettista Alison Bechdel, autrice della serie Dykes t…

I volti della dea: Era

Immagine
Dopo aver parlato di Artemide (QUI), di Persefone (QUI), e di Afrodite (QUI), è venuto il momento di affrontare un'altra forma della femminilità divina in Grecia: Era, la sovrana dell'Olimpo, moglie e sorella di Zeus.
L'etimologia del nome "Era" probabilmente rimanda a un antico termine greco che significa "signora". Era la Grande Madre preellenica ed era venerata soprattutto a Samo e ad Argo. Era è nota per essere la moglie di Zeus, ma le vicende che l'hanno portata a tale posizione sono poco conosciute. Tra i figli di Kronos che il dio divora per paura di essere spodestato c'è anche Era. Dopo che Zeus ha scacciato il proprio padre e ridato la vita e la libertà ai propri fratelli, decide di corteggiarla per farne la propria sposa. Era, tuttavia, lo rifiuta a lungo. Zeus, allora, si trasformò in un cuculo infreddolito, che la dea si affretta ad accogliere al proprio seno per riscaldarlo. Egli ne approfitta per riprendere forma umana e violentar…