Recensioni pericolose: Shinigami&Cupcakes

Buongiorno a tutti, lettrici e lettori! Eccoci con una nuova recensione, questa volta dedicata a un urban fantasy/paranormal romance molto particolare: "Shinigami&Cupcakes", di Francesca Angelinelli, edito da Genesis Publishing.
Di Francesca Angelinelli avevo già avuto modo di leggere e apprezzare "Dream - il sogno delle fate", urban fantasy delicato e davvero molto gradevole di ambientazione italiana. "Shinigami&Cupcakes" è, invece, un urban fantasy orientale, ambientato in Giappone (come, del resto, molti altri romanzi dell'autrice; in questo senso si può dire che Dream sia un'eccezione).
Vi siete guardati tutta la serie di Nana? Inuyasha era il vostro cartone preferito e Death Note vi ha mandato in estasi? Allora questo è proprio il libro che fa per voi! (Come dite? Sono tutti anime di più di dieci anni fa? Naaa, non sono così vecch... oh, cavolo!)
Se invece non sapete di che cosa sto parlando, beh... continuate a leggere, potreste scoprire un mondo nuovo e affascinante.
Ecco la descrizione che se ne può leggere su Amazon:

"Minami è una giovane e promettente pasticcera, che sceglie di trasferirsi a Tokyo per crescere professionalmente. Ma la vita nella Capitale si rivela fin da subito più avventurosa di ogni sua aspettativa. Le giornate di Minami non saranno scandite solo dalla preparazione di deliziosi cupcake al cioccolato, ma anche dalla caccia al demone che perpetrando riti occulti sacrifica giovani donne che come lei hanno il potere di interagire con i defunti. Affianco a Minami, per riportare l’equilibrio nel mondo degli spiriti, vi sarà uno shinigami ribelle e innamorato, totalmente incurante delle regole poste dal signore dell’aldilà. 
Tra avventure al limite dell’impossibile, sentimenti improvvisi, sacrifici crudeli e nuove amicizie, Minami scoprirà che nulla accade per caso e che l’Amore è l’unica forza in grado di sconfiggere il Male."

Leggere questo romanzo significa essere trasportati nelle atmosfere degli shojo manga giapponesi che affollavano la mia libreria da adolescente. Mi ha fatto quindi provare anche una strana nostalgia... ma andiamo con ordine.

La scena iniziale va dritta al punto e cattura l'attenzione del lettore come una calamita. Impossibile, dopo, staccarsi da queste pagine! Ho divorato il romanzo in pochissimo tempo, gustandone ogni singolo aspetto.
La trama è, al tempo stesso, originale e avvincente, colma di azione, originalità e tenerezza. Senza mai farsi pesante, il ritmo è sempre sostenuto e tiene incollati dall'inizio alla fine dell'avventura. La riflessione sul tema della morte riempie le pagine di compassione e umanità, in certi momenti anche di poesia vera e propria. La storia d'amore è appassionante e poetica, ma non stucchevole, e si intreccia bene al resto della trama. Devo confessare che Shin ha fatto innamorare un po' anche me!
«Forse» disse, «nell’aldilà salvare qualcuno è considerato un crimine, ma tra gli esseri umani, ti ricordo, è fonte di grande gratitudine» sussurrò, affondando di nuovo il viso nel suo petto.
Purtroppo non sono molto esperta di mitologia e leggende giapponesi, ma si possono trovare diversi riferimenti, a partire dalla figura (resa celebre da anime e manga del calibro di Death Note) degli Shinigami. Per qualcuno più ferrato nell'argomento sarà di sicuro interessante comprendere tutte le citazioni, mentre chi ne è del tutto digiuno non è penalizzato nella sua esperienza di lettura.
Le scene della resa dei conti finale sono spettacolari e immaginifiche, piene di drammaticità; tirano le fila di tutto il romanzo e lo chiudono con grande sapienza.
I personaggi sono ben delineati e credibili; basta poco per affezionarsi alla dolce Minami e al tenebroso Shin, per non parlare del tenero fantasma-portinaio che non sa di essere morto o di Yuri, pantera sexy anche da deceduta. Mentre i personaggi principali si sviluppano nel corso della narrazione, anche quelli secondari, come i vari spettri che Minami e Shin incontrano durante le proprie indagini, sono ben caratterizzati in piccoli ritratti che sanno farsi commoventi.
Lo stile dell'Angelinelli è scorrevole e piacevolissimo: prende per mano chi legge e lo porta con sé attraverso le avventure dei protagonisti. Per me lo stile di scrittura è una componente fondamentale: se una storia è bella, ma la penna non mi convince non riesco mai ad abbandonarmi del tutto alla narrazione. Ecco, non è certo il caso di "Shinigami&Cupcake", che si fa leggere davvero molto volentieri.
Le descrizioni (ambienti, situazioni) sono delle piccole, deliziose fotografie che ricordano tanto le vignette dei manga. Sono molto visive e immedesimarsi è gioco di un attimo. Quanto ai dialoghi, scorrono freschi e brillanti.
Che dire, poi, delle gustose digressioni culinarie? Ogni volta che viene mostrata Minami al lavoro su qualcuno dei suoi dolci è un vero piacere per l'immaginazione!
Molto carina anche l'idea di inserire a tratti ricette e bigliettini nel corpo del testo, per spezzare la monotonia della pagina e ravvivarla, anche visivamente.
L'ambientazione giapponese ha portato una ventata d'aria fresca nella mia libreria: si sente che l'autrice mette tanto gusto nella descrizione di tradizioni, abitudini e paesaggi urbani lontani dai nostri.

Consiglio con tutto il cuore questo romanzo a tutti coloro che sono appassionati di anime e manga o sono affascinati dal Giappone e dalla sua cultura. Penso che sia un'ottima lettura anche per chi, pur non avendo mai letto nulla Made in Japan, ha voglia di uscire dalla comfort zone degli urban fantasy occidentali per sperimentare atmosfere nuove e suggestive.
Potrebbe piacere molto anche ai fan di Chocolat, perché questo romanzo, oltre a essere una bellissima storia, con personaggi credibili e affascinanti, è un vero e proprio inno alle gioie dei peccati di gola!
Una storia di fantasmi che mescola soprannaturale, amore, dolcezza e passione per l'estremo oriente!
Potete acquistare "Shinigami&Cupcakes" su Amazon cliccando qui, in ebook a 3,99 euro o in edizione cartacea a 11,60 euro.

Se questa recensione vi ha incuriosito, ma volete saperne di più, potete guardare la playlist creata dall'autrice per questo romanzo: contiene il booktrailer, una video-presentazione dei personaggi e un tour di Tokyo sulle tracce di Shin e Minami.
Potete anche seguire il sito di Francesca Angelinelli o lasciarle un bel like sulla pagina Facebook.


Commenti

Post popolari in questo blog

I volti della dea: Afrodite

Feste celtiche: Beltane, celebrare la fertilità

I volti della dea: Persefone