Recensioni pericolose: Il codice della strega

Buongiorno a tutti, lettrici e lettori!
Il romanzo di cui parlerò oggi è un fantasy molto particolare (come preannunciato nel mio ultimo articolo). Vi piacciono le ambientazioni steampunk (per chi non conoscesse il genere, quel particolare filone fantastico il cui motto è così riassumibile: come sarebbe il passato se il futuro fosse accaduto prima)? Allora non potete perdervi "Il codice della strega" di Federico Negri.
Fin da subito questo romanzo catapulta il lettore in un mondo originale e ben costruito (il nostro, in realtà, ma immaginato in un futuro lontano in cui gli uomini non hanno più il dominio tecnologico del pianeta), dove ci si muove con l'aeroscafo e si spara con gli archibugi e le streghe passeggiano per le città.
Come ho già avuto modo di scrivere in altre recensioni, la figura della strega esercita sempre un gran fascino su di me. Perciò è con grande piacere che mi sono tuffata nella lettura di quest'opera.
Innanzitutto, ecco la descrizione che se ne può leggere su Amazon:
"Millenni sono trascorsi da quando gli uomini dominavano il mondo con la tecnologia: i mari sono diventati impraticabili, le fonti di energia si sono prosciugate e l’umanità è scivolata nell’isolamento della barbarie. Tuttavia la magia ha iniziato a germogliare in poche, dotate persone, le quali sono educate come streghe dalle loro consorelle.
A chi non piacerebbe dominare la magia?
Anche in un mondo dove le streghe devono stare attente a non finire sul rogo?"
Qualche indizio in più sulla storia (senza spoiler, giuro): in un'Europa che assomiglia a quella che conosciamo, ma ha subito grandi trasformazioni nel corso dei millenni, quattro streghe mercanti che viaggiano a bordo di un aeroscafo in quasialluminio vengono coinvolte in uno strano intrigo: la richiesta di ospitare un clandestino sulla loro nave nasconde, in realtà, qualcosa di molto grosso e porterà imprevedibili conseguenze.
E già questo potrebbe bastare: lo spunto è originale e promette una buona dose di suspence, meraviglia e adrenalina. Ma diamo un'occhiata più approfondita.
La trama del romanzo cattura fin dall'inizio, piena di brio e di avventura. Ci sono tutti gli ingredienti che servono per preparare un buon fantasy: mistero, azione, un viaggio inaspettato e soprattutto la capacità di tenere con il fiato sospeso dalla prima all'ultima riga.
Il finale è aperto: la storia continua con Sabbath.
Quanto ai personaggi, sono accattivanti e ben delineati. Mi è piaciuta tantissimo l'idea di un equipaggio di sole donne (streghe!). Impossibile non affezionarsi al capitano Kasia e alle sue compagne, ognuna caratterizzata e con una personalità a suo modo affascinante. Ben gestita anche l'alternanza dei punti di vista attraverso le tre parti in cui si divide la storia.
Lo stile dell'autore è agile e scorrevole, accompagna smagliante il lettore di pagina in pagina e riesce a emozionare a dovere. Si fanno notare in particolare i dialoghi, ben costruiti e capaci di trasmettere la personalità dei diversi interlocutori. Ampia la varietà lessicale, che va dallo slang al linguaggio aulico d'altri tempi.

"Loro potrebbero semplicemente circondarci con l'esercito."

"Certo che potrebbero, ma non credo servirebbe a molto. Tu dimentichi un piccolo dettaglio."
"Cioè?"
"Noi non siamo solo mercanti. Siamo streghe."

La lettura di quest'opera ha saputo coinvolgermi come poche. Sarà che non ho molti romanzi steampunk nella mia libreria, ma l'ambientazione mi ha dapprima incuriosita e poi affascinata sempre più. Mi è piaciuta questa Europa insolita, i cui cieli sono attraversati dagli aeroscafi. E mi sono piaciute queste streghe così complesse e ben caratterizzate.
Penso che "Il codice della strega" sia l'ennesima dimostrazione che il self-publishing può competere a pieno diritto con l'editoria tradizionale quanto a qualità dei contenuti offerti.
Mi sento di consigliare questo romanzo a tutti coloro che vogliono sperimentare ambientazioni insolite rispetto a quelle dei tradizionali romanzi fantasy e di conoscere personaggi forti, indimenticabili.
"Il codice della strega" è uscito in tre puntate distinte (Kasia, Alina e Silla, dal nome delle tre streghe protagoniste), ma è possibile acquistare la raccolta completa su Amazon a 2,99 € in eBook e a 14,55 € in edizione cartacea.


Commenti

Post popolari in questo blog

Un volto per la musa

I volti della dea: Persefone

Feste celtiche: Beltane, celebrare la fertilità