Post

Visualizzazione dei post da Ottobre, 2016

La musa della notte: l'Inquisizione

Immagine
Qualche giorno fa ho presentato alcuni dei personaggi che popolano l'universo fantastico del romanzo "La musa della notte", le streghe. Ma se le streghe hanno un nemico naturale, questa è l'Inquisizione. E nel romanzo gli inquisitori non mancheranno.
L'Inquisizione è un'istituzione ecclesiastica nata nel corso del XII secolo per la repressione dell'eresia, affidata per lo più all'ordine dei domenicani. Fin dall'inizio, però, tra i suoi compiti comparve quello di perseguire le pratiche di stregoneria e di magia. Nel passare dei secoli conobbe varie declinazioni; tra queste si ricorda l'Inquisizione spagnola, istituita a partire dal regno di Ferdinando e Isabella e posta sotto il controllo dei sovrani, il cui scopo era eliminare le minoranze etniche e religiose nella penisola iberica (arabi ed ebrei). Il primo inquisitore generale dell'Inquisizione spagnola fu il domenicano Tomàs de Torquemada, il cui nome è ormai diventato sinonimo di aguz…

La magia in un videogioco: Dragon Age Origins

Immagine
Trame mozzafiato, ambientazioni dettagliate e personaggi indimenticabili non sono appannaggio solo delle saghe letterarie o dei film. Personalmente nell'ultimo anno ho apprezzato pochi prodotti quanto Dragon Age, saga di videogiochi di ruolo fantasy della Bioware.
Ho cominciato a giocare a Dragon Age Origins qualche mese fa e sono rimasta subito incantata dalla trama stringente e dai personaggi umanissimi. Non sono una giocatrice forte (ho giocato a qualche capitolo di Final Fantasy, a Kingdom Hearts, a Skyrim e a pochi altri bestseller), ma sono stata completamente assorbita da questo gioco finché non l'ho finito e sono subito passata ai capitoli successivi. La premessa drammaturgica è relativamente semplice: in un continente fantastico chiamato Thedas c'è una nazione, il Ferelden, periodicamente vessata da Flagelli, invasioni di creature mostruose provenienti dal sottosuolo guidate da un Arcidemone. Contro questi Prole Oscura gli umani, gli elfi e i nani che popolano qu…

Animali magici e dove trovarli: i gatti e le streghe

Immagine
Da quando le streghe hanno cominciato a esistere nel nostro immaginario sono state sempre accompagnate da un alleato imprescindibile: il gatto, meglio se nero. Ma da dove trae origine l'associazione tra questi felini e la stregoneria?
Ancora oggi molte superstizioni sono legate alla figura del gatto; basti pensare alla credenza popolare per cui un gatto nero che attraversa la strada porta sfortuna. Inoltre, il gatto fa pensare quasi immediatamente alle streghe.
Il gatto è un animale notturno e in quanto tale associato all'elemento femminile fin dai tempi antichi. Questo ne ha fatto anche l'animale magico per eccellenza. In Egitto era molto rispettato e venerato come sacro alla dea Bastet, che del gatto aveva anche le sembianze.
La dea norrena Freyja, tra le altre cose esperta nelle arti magiche, viaggiava su un carro trainato da due gatti alati per recarsi in tutti i mondi in cui vi fossero l'amore e la vita. Tutti i contadini che nutrivano con il latte i gatti randagi…

Quando il paranormal va in tv: Grimm

Immagine
L'urban fantasy è un genere che impazza in tutte le librerie, fisiche e online, ma non solo. Sono tante le serie tv che si avvicinano a questo genere. Una a mio parere piuttosto originale nel suo modo di approcciarsi alla materia fantastica è Grimm, una serie statunitense della NBC nata nel 2011 e giunta ormai alla sua sesta stagione.
Le fiabe dei fratelli Grimm sono il grande bacino cui la serie attinge per trarre la propria materia narrativa, come segnalato fin dal titolo. Ma le fiabe dei Grimm sono racconti dai toni cupi, lugubri addirittura, ricchi di azioni terribili e crudeltà. Questa serie tv riprende proprio questi toni, senza nasconderli o edulcorarli come fanno, invece, molti riadattamenti contemporanei, a partire dai cartoni animati Disney.
Che cosa accadrebbe se alcuni esseri umani avessero la facoltà di trasformarsi a piacimento in mostri? Lupi cattivi, draghi e streghe non sarebbero frutto della fantasia degli scrittori, ma creature reali dotate di poteri terribili, s…

Recensioni pericolose: Punto di non ritorno

Immagine
Buongiorno a tutti, lettrici e lettori!
Il romanzo di cui parlerò oggi è "Deserto Rosso - Punto di non ritorno", il primo capitolo del ciclo di "Deserto rosso", fantascienza made in Italy firmata da Rita Carla Francesca Monticelli. Di quest'autrice avevo già avuto modo di apprezzare (e recensire) due romanzi di genere thriller, di cui ho scritto qualche mese fa. Siccome ero rimasta piacevolmente colpita dalla qualità e godibilità della scrittura, ho deciso di cimentarmi anche nella lettura di "Deserto rosso".
"Deserto rosso - punto di non ritorno" è una novella che si legge agilmente in poco tempo ma sa intrigare al punto giusto. Si tratta di una fantascienza che fa a meno dell'invenzione spettacolare, del fuoco d'artificio abbagliante ma in definitiva poco sostanzioso che fin troppo spesso si vede al cinema o in tv. Qui non c'è niente di semplice o scontato, a partire dalla protagonista: controversa, arrabbiata, Anna Persson è in…

La musa della notte: le streghe

Immagine
Ogni urban fantasy che si rispetti ha le sue creature fantastiche. Ci sono angeli, fate, vampiri, lupi mannari... "La musa della notte" non fa eccezione, con le sue streghe.
Nel terzo millennio ormai nessuno crede più alle streghe. Con tutta la tecnologia che abbiamo a disposizione la magia non sembra più una cosa da temere né da auspicare. Ma se l'unico motivo per cui non assistiamo quotidianamente a meravigliosi prodigi fosse che l'Inquisizione ha fatto un buon lavoro?
Nel romanzo "La musa della notte" è proprio così. Le streghe, da secoli cacciate dall'Inquisizione, vivono nascoste tra la gente comune. Impegnate a non dare nell'occhio, preferiscono abitare nelle grandi città come Milano, dove è difficile che le bizzarrie attirino l'attenzione. Potresti incontrarle senza neanche rendertene conto, magari su un marciapiede affollato del centro o accanto a te all'università.
Come per la più antica magia indiana o egizia, il potere delle streg…

Perché il self-publishing

Immagine
Fin da quando ho cominciato a scrivere "La musa della notte" ho pensato che avrei pubblicato questo romanzo da autrice indipendente sulle principali piattaforme digitali. Il self-publishing può essere una scelta impegnativa, ma con diversi vantaggi.
Ho pubblicato tutti i miei precedenti romanzi con un editore (Macchione editore il primo e Giunti editore il secondo) e il mondo del self-publishing mi è sempre stato abbastanza estraneo. Tuttavia la scorsa primavera ho avuto l'opportunità di seguire presso l'Università degli Studi dell'Insubria un corso su questo argomento tenuto da Rita Carla Francesca Monticelli, autrice bestseller indipendente che ha ottenuto il successo sul web con una serie di romanzi di fantascienza e una di genere thriller. Si è trattata di un'esperienza formativa estremamente interessante, che mi ha aperto orizzonti per me del tutto nuovi e mi ha permesso di ripensare il mio rapporto con ciò che scrivo.

Iniziare a scrivere un romanzo sape…

Recensioni pericolose: I guerrieri d'argento

Immagine
Buongiorno a tutti, lettrici e lettori!
Mentre il concorso "Un volto da copertina" è cominciato, con già diverse iscritte, proseguiamo con le recensioni. Oggi parlerò del secondo dei romanzi da me acquistati al Busto Folk, il grande festival interceltico cui ho partecipato come volontaria. Si tratta di "I guerrieri d'argento", di Elvio Ravasio, primo capitolo di una saga fantasy composta da quattro romanzi, "Le cronache dei cinque regni". L'ultima edizione di quest'opera è uscita per Gribaudi editore.

Un epic fantasy in cui il viaggio degli eroi attraverso una terra fantastica è anche un viaggio alla scoperta di se stessi. Elamar, Nayla e Gotland sono i tre ragazzi che si trovano all'improvviso catapultati in un'avventura straordinaria, sotto la supervisione del Re degli Immortali Arkàdon. Ci sono oggetti incantati, libri contenenti una sapienza arcana, giovani eroi, draghi e guerrieri Il bene e il male si scontrano attraverso terre me…

Un volto da copertina

Sei una ragazza tra i 18 e i 30 anni e ti piacerebbe comparire sulla copertina di un romanzo? Partecipa al contest UN VOLTO DA COPERTINA!
Affrettati! Le iscrizioni sono aperte fino al 20 dicembre 2016.
Il lit-blog Società Storie Scadute, in collaborazione con Federica Ghiro Photography, sta cercando il volto da far comparire sulla copertina del nuovo romanzo di Sara Simoni, "La musa della notte", urban fantasy. L'uscita è prevista per il 20 maggio 2017 su Amazon e tutte le principali piattaforme di distribuzione digitali.
La vincitrice del contest poserà per uno shooting realizzato da Federica Ghiro Photography da cui sarà tratta la fotografia che sarà utilizzata per la copertina del romanzo.

Leggi il regolamento!
Come partecipare:

Le partecipanti devono avere non meno di 18 e non più di 30 anni di età (compiuti).Per partecipare invia una tua foto (primo piano o mezzobusto) per messaggio privato alla pagina Facebook ufficiale di Sara Simoni (clicca sul nome per aprire il …