La musa della notte

Ormai è terminata la stesura del mio nuovo romanzo. Come anticipato in precedenza, si tratterà di un romanzo fantastico, in particolare di un urban fantasy.


Dopo anni di racconti brevi, ho terminato finalmente terminato un nuovo romanzo. Qualche indizio: parlerà di streghe, parlerà di Inquisizione, sarà ambientato nella grande e caotica Milano, sarà solo il primo capitolo di una trilogia... e il titolo sarà "La musa della notte".
Il titolo è ispirato a un'opera di Luis Ricardo Falero, duca di Labranzano, un pittore di origine spagnola del tardo Ottocento che dedicò una buona parte della propria produzione alla rappresentazione di streghe, incantatrici, esseri fatati. Preferì per lo più pose di nudo.
La sua vita fu piuttosto movimentata: in un primo momento servì nella marina spagnola, ma abbandonò la carriera militare per trasferirsi a Parigi e dedicarsi a studi di arte e scienze. Dopo aver studiato chimica e ingegneria meccanica e aver condotto alcuni esperimenti abbandonò la scienza per trasferirsi a Londra e dedicarsi solo alla pittura. Da quel momento non abbandonò più la capitale inglese. Si interessò molto di astronomia, astrologia e simbologie celesti, come si può evincere dalla sua produzione.
La sua passione per il soprannaturale lo influenzò e lo portò al primo vero successo nel 1878, con "Witches going to Sabbath". Negli anni successivi perseverò su questa linea, unendo la pienezza della carne a una bellezza ideale.
Morì a soli 45 anni nel 1896.


Ho scelto questo titolo perché mi sembrava che potesse trasmettere bene lo spirito del romanzo, l'incanto, la magia e, perché no, anche un po' di sensualità.
Siete pronti a tuffarvi in un nuovo universo fantastico? Cosa preferite tra Team Streghe e Team Inquisitori? Attenzione perché la scelta non sarà facile...
Presto news! ;)

Commenti

Post popolari in questo blog

I volti della dea: Afrodite

Feste celtiche: Beltane, celebrare la fertilità

I volti della dea: Persefone